Sciare Campus: a Livigno con Simoncelli

Di Marco Di Marco (Foto Pentaphoto)

Sesto appuntamento con l’Università dove debutta come docente il gigantista Azzurro. Presenti anche Giorgio Rocca, Fabio De Crignis, Gianluca Grigoletto e Christian Castellano

Sesto appuntamento di Sciare Campus – l’Università della Tecnica, fissato a Livigno dal 30 aprile al 3 maggio sulle nevi di Livigno, in Alta Valtellina. Per questo ultimo appuntamento, che chiuderà il primo anno accademico, ci sarà l’ingresso nel gruppo dei docenti di Davide Simoncelli, il gigantista Azzurro che proprio pochi giorni fa ha deciso di ritirarsi dalle competizioni dopo 15 anni di Squadra, otto podi in Coppa del Mondo con 2 vittorie, 5 secondi posti e un terzo, due partecipazioni olimpiche e cinque Mondiali. Classe ’79, trentino di Rovereto, in forze alle Fiamme Oro di Moena, Davide è diventato, a novembre 2014, Istruttore Nazionale e tra pochi giorni entrerà a far parte anche del nostro staff dei collaudatori a Sciare Skitest. Ecco che ci sono tutte le condizioni per salire in cattedra nel nostro Ateneo, come è già accaduto al suo compagno di squadra Massimiliano Blardone, nel campus di fine marzo organizzato a Passo Monte Croce. Davide si unirà, dunque, per questa occasione di fine stagione, a Fabio De Crignis, Gianluca Grigoletto, Giorgio Rocca, Christian Castellano, questi ultimi due, membri della commisisone tecnica della Coscuma (Commisione Scuola Maestri), l’organo della Fisi dedita alla formazione dei Maestri di Sci.
Come per ogni campus, sotto l’egida del Rettore Giovanni Migliardi, ci dedicheremo ad alcune materie findamentali dalle quali i professori partiranno per fare focus sui dettagli che spesso sfuggono durante la crescita tecnica:

1) Ricerca della perpendicolarità
2) Angolazione
3) Busto, Spalle e Braccia
4) Adattamento a Ritmi Diversi

Si parte da queste materie, una per ogni giorno, perché, per questo campus, abbiamo aggiunto un giorno di lezioni, quindi 4 al posto dei canonici 3, soluzione, quest’ultima, comunque prevista per chi non potrà fermarsi per tutto il periodo.

Sono previsti due livelli, Top (max gruppi da 6) e Light. Il primo è riservato a sciatori di buon livello tecnico, dediti all’approfondimento delle curve in conduzione, dello stile, dell’armonia in curva e naturalmente della precisione e sicurezza, senza dimenticare lo stile e l’interpretazione corretta degli archi di curva. Il secondo invece, è per appassionati meno evoluti, quindi di medio livello, e che hanno come obiettivo – divertimento a parte – la possibilità di raggiungere la piena sicurezza nella sciata e affrontare ogni situazione di neve e di pista.

L’hotel scelto, come sempre, è di ottimo livello, affinché l’impegno universitario possa alternarsi al piacere della vacanza. Saremo all’Hotel Concordia, un quattro stelle gestito dalla famiglia Giacomelli, una vera e propria “generazione” dedita alla neve, al turismo, alle competizioni. Ubicato in centro paese, è dotato di Centro benessere con, sauna, bagno turco, vasche idromassaggio, doccia emozionale, cromoterapia, docce solari UVA… La sala ristorante, calda ed elegante, propone una cucina tipica valtellinese o internazionale.

Oltre alle lezioni sugli sci alla mattina, sono previste sessioni di teoria al pomeriggio oltre alla video-analisi.
Per ogni materia si riceverà un voto in 30/esimi, sistema utile per comprendere a che punto è il propprio livello tecnico, considerando, come punto di riferimento, il livello massimo degli istruttori nazionali. Per fare un esempio, il 18/30 è il voto minimo di un maestro di sci. E’ una specifica importante che offre punti di riferimenti precisi, rispetto a quelli solo indicativi delle tre stelle (bronzo/argento/oro) della scuola Italiana sci, che si limita a indicare quali esercizi l’allievo è in grado di eseguire, senza prò, dire come vengono eseguiti. Ai voti si aggiunge un giudizio. Il tutto viene inserito nel proprio libretto universitario on line, consultabile sempre nella propria area di amministrazione, dove verranno inseriti anche i video commentati e i prontuari di tecnica, con le lezioni di teoria. L’iscrizione all’università ha un costo di 35 euro per anno accademico e contempla anche un anno di abbonamento alla rivista Sciare e l’assicurazione MULTISPORT di 24hAssistance, che copre per tutti i giorni del campus (per qualsiasi attività sportiva venga eseguita).

GIOVANNI MIGLIARDI (Rettore) DAVIDE SIMONCELLI GIORGIO ROCCA GIANLUCA GRIGOLETTO FABIO DE CRIGNIS CHRISTIAN CASTELLANO TARIFFE

Le quote prevedono l’ospitalità presso l’Hotel Concordia (****) con trattamento in mezza pensione, lo skipass e le lezioni

LIVELLO TOP
4 giorni (arrivo il 29 aprile): 750 euro
3 giorni (arrico il 30 aprile): 690 Euro

LIVELLO LIGHT
4 giorni (arrivo il 29 aprile):: 640 Euro
3 giorni (arrico il 30 aprile): 590 Euro
ACCOMPAGNATORI (solo Hotel)
4 giorni (arrivo il 29 aprile):: 360 Euro
3 giorni (arrico il 30 aprile): 270 Euro
supplemento singola: 15 euro al giorno

MODALITA’ DI ISCRIZIONE
Per procedere con l’iscrizione è necessario effettuare un bonifico di:
400 Euro con causale “DEPOSITO CAUZIONALE SCIARE CAMPUS
Intestazione: CAMPUS SRL
Banca di Trento e Bolzano – Sede di Rovereto Piazza Cesare Battisti, 2
IBAN: IT84 G032 4020 8791 0000 0003 159

COMPILARE IL MODULO (PREMI QUI) e INVIARLO A
 universita@sciaremag.it
INFO: 348.3368688)
Ulteriori approfondimenti: CLICCA QUI:

© RIPRODUZIONE RISERVATA 04 Aprile 2015
Tags
Ultimi articoli